MANOVRA. DA PRIMISSIMI CALCOLI STANGATA DI 927 EURO A FAMIGLIA

29/06/2011


Da una primissima analisi, che peraltro sarò meglio precisata nei prossimi giorni, anche alla luce di dati certi, la manovra Tremonti anche se sciaguratamente post-datata avrà ricadute negative sui redditi delle famiglie italiane già colpite duramente dalla crisi economica E ciò soprattutto verso le famiglie a reddito fisso quali lavoratori “pubblici” e pensionati,

infatti:

-         un milione e mezzo di pensionati saranno penalizzati per l’automatismo di rivalutazione per meno 600 euro annui,

-         un milione e sette di pensionati avranno una penalizzazione di meno 300 euro annui,

-         quattro milioni di lavoratori dipendenti pubblici avranno una diminuzione annua di circa 1300 euro annui.

-         La totalità dei cittadini avrà un ricarico per ticket di 30 euro annui pari a 75 euro a nucleo familiare.

Queste voci rapportate al numero delle famiglie del paese incideranno per 729 euro annui a famiglia nel potere di acquisto .

 

Se a queste voci si aggiungono altre due rilevanti questioni decise in queste settimane e specificatamente :

-         aumento rate mutuo per innalzamento soglia di usura con ricaduta di 120 euro in più annui

-         aumento accisa carburanti con ricadute per costi diretti ed indiretti pari a 78             euro annui

 

la somma di questi due aumenti è di 198 euro che sommati ai 729 euro della manovra comporterà una perdita di potere di acquisto dei 927 euro annui. Una vera e propria insopportabile “stangata” sostengono Lannutti e Trefiletti

 



Federconsumatori

Federconsumatori