Comunicato Stampa
7/3/2013
Sicurezza alimentare: dopo lo scandalo della carne equina, quello del pesce scaduto. Necessario informare i consumatori sui reali rischi per la salute
 

 

I controlli di Nas e Fiamme Gialle fanno luce su una situazione di grave illegalità nella produzione e commercializzazione degli alimenti, quindi cresce la preoccupazione per la salute dei cittadini. Torniamo a sottolineare la necessità di etichette trasparenti: il fatto che le normative vigenti non prevedano l’obbligo di indicare l’origine dei prodotti e di tutte le componenti degli stessi è inaccettabile e lascia spazio a pericolose speculazioni.

E’ inoltre necessaria un’informazione mirata che metta i cittadini in condizione di acquistare i prodotti senza correre rischi. La salute dei consumatori non può essere subordinata a interessi di mercato e deve essere tutelata.

 L’opinione pubblica è, comprensibilmente, allarmata: lo dimostrano anche le ultime stime di Coldiretti, che registrano un calo del 30% nelle vendite dei prodotti pronti, surgelati e ragù.