Salute: storica sentenza del Tribunale di Ivrea sul nesso tra tumori e utilizzo dei cellulari. Avviare subito una campagna informativa e capillari controlli sulla sicurezza dei dispositivi.   

20/04/2017


E’ di portata storica la sentenza emessa dal Tribunale di Ivrea in merito al caso del dipendente di una nota azienda di telefonia. Il pronunciamento, riconoscendo il nesso causale tra un tumore al cervello e l’utilizzo del telefono cellulare, non solo offre spunti di approfondimento e discussione su una tematica che riguarda direttamente la vita quotidiana e la salute dei cittadini ma apre soprattutto ampi spazi di chiarimento sui possibili rischi legati all’utilizzo di tali dispositivi. Ciò vale soprattutto per i soggetti più a rischio, come giovanissimi e donne in gravidanza.

 

Siamo fermamente convinti che l’incolumità dei cittadini debba essere salvaguardata in ogni ambito e in ogni modo. E’ necessario fornire garanzie scientifiche in merito ai potenziali effetti dannosi dei dispositivi elettronici, in cui utilizzo è ormai capillarmente diffuso.

 

Federconsumatori ritiene urgente una approfondita campagna di informazione sul corretto utilizzo dei cellulari nonché attuare minuziosi controlli sulla sicurezza dei dispositivi al fine di tutelare la salute dei cittadini. 

 



Federconsumatori

Federconsumatori