Matrimoni: per pronunciare il fatidico sì nel 2017 si può spendere fino a 61.258 euro. Con un occhio al risparmio si affermano nuovi trend tra urban style e ispirazioni etniche.

19/05/2017


Anche quest'anno, con l'arrivo della "stagione dei matrimoni", l’O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i costi relativi a tali eventi. Si tratta di spese che pesano significativamente sul bilancio familiare, tanto che molte coppie sono costrette a chiedere un prestito: secondo le ultime rilevazioni, nel primo trimestre di quest’anno sono stati erogati 96,2 milioni di euro per matrimoni e cerimonie. E’ inoltre aumentato rispetto al passato l’importo richiesto: se nel 2013 mediamente la cifra era di 9.000 euro, ora si attesta a oltre 11.800 euro. Un incremento che non sorprende, poiché in un contesto di crisi economica, caratterizzato da una forte disoccupazione e da una continua contrazione del potere di acquisto, tali costi possono risultare proibitivi.

Nel 2017 un matrimonio con 100 invitati può costare da 36.610,00 Euro a 61.258,00 Euro, tra l’1,1% e il 1,5% in più rispetto al 2016.

L’importo, naturalmente, può variare a seconda del luogo in cui si svolge la cerimonia e alla tipologia di festeggiamento scelto e del grado di sfarzosità.

 

In allegato la ricerca completa con il dettaglio dei costi, le nuove tendenze ed i consigli per risparmiare. 




Allegati

  c.s.19maggio2017matrimoni.pdf


Federconsumatori

Federconsumatori