Industria: nel 2017 la produzione cresce del +3%. Necessarie strategie per rendere stabile la crescita.

09/02/2018


L’Istat annuncia oggi che nel 2017 la produzione industriale è cresciuta del +3%, quasi il doppio rispetto al 2016, quando tale dato si era fermato a quota 1,7%.

Un’accelerata avvenuta soprattutto verso la fine dell’anno, afferma l’Istituto di Statistica. A dicembre, infatti, la produzione industriale è aumentata del +4,9% su base annua.

Il fatto che, nel corso dell’anno, non sono state rare le battute di arresto segnate sul fronte della produzione, unito alle dichiarazioni dell’Istat circa la perdita di intensità della crescita economica dovrebbero, però, frenare gli ottimismi e spingere verso interventi mirati a rendere stabile e duratura la crescita.

A confermare tale cautela vi è il dato relativo all’andamento delle vendite, che complessivamente nel 2017 hanno ristagnato, attestandosi al +0,2%.

Segno, questo, che la domanda interna si trova ancora in una situazione di vero e proprio stallo, a cui solo un intervento determinato del Governo può dare una svolta.

“Il primo passo in questa direzione è una strategia mirata a rilanciare il mercato del Lavoro, attraverso investimenti per lo sviluppo e per la crescita.” – dichiara Emilio Viafora, Presidente Federconsumatori. 

Una redistribuzione dei redditi, accompagnata al rilancio dell’occupazione stabile, è quello di cui il nostro Paese ha realmente bisogno, per rimarginare le ferite che la crisi ha prodotto e per riequilibrare le profonde disuguaglianze esistenti, che di anno in anno si accentuano sempre di più.



FEDERCONSUMATORI

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori