FARMACI GENERICI: COSTANO LA METÀ, MA SOLO IL 5% DEI MEDICI LI PRESCRIVE

06/04/2006


I farmaci generici costano circa la metà di quelli “griffati”, ma solo il 5% dei medici li prescrive.
Questi farmaci contengono il principio attivo, ma non sono protetti da brevetti, di conseguenza costano da due a tre volte di meno (si veda tabella relativa).
I risultati ottenuti dall'Osservatori Nazionale dopo aver intervistato alcune centinaia persone, sono sconfortanti: solo il 5% ha avuto prescritti farmaci generici ed appena il 3% sono stati incentivati dai farmacisti ad acquistare il principio attivo e non il medicinale di marca.
Oggi è possibile risparmiare sulla spesa dei farmaci, ma questa possibilità è negata a molti cittadini perché non c'è incentivo da parte dei medici a prescriverli e sono soggetti ad una totale campagna di disinformazione.
Non è possibile imputare questa mancanza alla sfiducia che i pazienti hanno nei confronti di un prodotto relativamente nuovo. Purtroppo le motivazioni di questo ostracismo va cercato altrove: le multinazionali incatenano tutto il mercato alle loro regole ed esigenze ed è difficilissimo sfuggire alle loro spire poiché hanno moltissime società satellite che gestiscono il mercato anche indirettamente. In merito, sono già scoppiati scandali per accordi tra medici e case produttrici che “premiavano” i dottori che prescrivevano farmaci inseriti nelle loro filiere e non altri.
A tutto questo aggiungiamo che i prezzi dei farmaci di fascia C (da banco) in Italia costano da due a quattro volte in più rispetto ad altri paesi europei (si veda tabella) e che il giro di affari attorno a questo tipo di farmaci è di circa 1.300 milioni di euro.
E' evidente che sarebbero necessari provvedimenti seri del Ministero della Salute per combattere questa situazione che garantisce privilegi e danneggia i consumatori ma, fino ad oggi, l'azione di Storace è stata assente o, peggio ancora, dannosa per tutti i cittadini.

RAPPORTO TRA I PREZZI DEI FARMACI DI MARCA E QUELLI GENERICI
MARCHIO (famoso) TIPOLOGIA PREZZO PRINC. ATTIVO (farmaco generico) TIPOLOGIA PREZZO
TACHIPIRINA

 

20 compr. 500 MG
4,00 €
Paracetamolo
20 compr. 500 MG
2,07 €
12 compr. efferv. 1 G
4,9 €
EFFERALGAN 16 compr. efferv. 500 MG
5,4 €
AULIN


SULIDAMOR
30 compr. 100 MG
4,91 €
Nimesulide
30 compr. 100 MG
2,9 €
bustine gr. 30 100 MG
4,91 €
30 bustine gran.orale 100 MG
2,9 €
30 bustine 100 MG
2,9 €
 
MOMENT 24 compr. 200 MG
7,8 €
Ibuprofene
10 compr. 400 MG
3,6 €
CIBALGINA 24 compr. 200 MG
9,2 €
ANTAGIL 10 compr. 200 MG
4,8 €
TAVOR 20 discoidi 2,5 MG
8,2 €
Lorazepam
20 compr. 2,5 MG
4,35 €

RAPPORTO PREZZO FARMACI DI FASCIA C IN ITALIA ED IN ALTRI PAESI EUROPEI
FARMACO u.dd OLANDA FRANCIA SPAGNA GERMANIA G.B. ITALIA
ASPIRINA 0,13 € 0,11 € 0,15 € 0,10€ 0,14 € 0,20 €
VOLTAREN 0,12 € 0,11 € 0,08 € 0,072 € 0,11 € 0,16 €
NOVALGINA   0,13 €   0,57 €   0,27 €
CANESTEN 0,20 € 0,020 € 0,09 € 0,026 €   0,24 €
PARACETAMOLO   0,12 €       0,20 €
VITAMINA C   0,20 €       0,45 €
HARMONET   0,45 € 0,38 € 0,52 €   0,56 €
MUSCORIL fl   0,43 €       1,73 €
TAVOR 1 mg   0,04 €       0,32 €
XANAX 0,5 mg   0,12 €       0,33 €
COCARNETINA     0,41 €     1,02 €
VIAGRA 50 mg   12,60 € 10,40 € 11,40 €   10,78 €

 



FEDERCONSUMATORI

Federconsumatori