Energia: dal 1 luglio aumenta il costo dell’elettricità del +2,8%. Prosegue lo strano caso che vede aumentare il gas solo nei mesi invernali.

28/06/2017


L’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico ha comunicato oggi le nuove tariffe luce e gas per il III trimestre 2017 relative al mercato tutelato.

Prosegue l’aumento per l’elettricità, diminuisce, invece, il gas.

Nel dettaglio, per l'energia elettrica si registra un aumento del +2,8%. Per il gas, invece (che aumenta curiosamente solo nei mesi invernali, quando il consumo è maggiore), la diminuzione è pari al -2,9%.

Per l’elettricità, la spesa per la famiglia-tipo nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2016 e il 30 settembre 2017 sarà di 512,52 euro (con un aumento di circa 9 euro l’anno).

Per lo stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta del gas sarà di circa 1.029 euro, con un risparmio di circa 40 euro l’anno.

Variazioni che avvengono in un mercato ancora caratterizzato da troppe e gravi criticità. Come denunciamo da tempo, una grave carenza riguarda le forme di agevolazione. Anche dopo il potenziamento del bonus e l’ampliamento della platea dei possibili beneficiari, si conferma ancora insufficiente il ricorso al bonus energia ed al bonus gas. Procedure complesse e limiti ancora troppo ristretti (vista la crisi che le famiglie stanno affrontando) costituiscono ancora un notevole sbarramento all’accesso ed alla fruizione dei bonus.

Sono ancora ampiamente diffuse, inoltre, le pratiche commerciali scorrette e gli abusi nel settore da parte di società che, in questi anni, non sono riuscite a dare vita ad una vera concorrenza.

Per questo ci aspettiamo che non venga fatto nessun passo indietro in relazione all’eliminazione della possibilità di mettere all'asta la fornitura di energia elettrica per i clienti che non avranno scelto il loro fornitore allo scadere del sistema di maggior tutela, così come recentemente disposto dagli emendamenti al DDL Concorrenza.

Chiamiamo alla responsabilità il Parlamento e il Ministro dello Sviluppo Economico, affinché si impegnino a mantenere tale impianto, dando finalmente la priorità alle esigenze dei cittadini e creando i presupposti per reali opportunità di risparmio e di efficienza. 



FEDERCONSUMATORI

Federconsumatori