Siccità: gravissimi danni sull’intera filiera agroalimentare, avviare un piano di controllo sui prezzi per evitare intollerabili speculazioni.  

24/07/2017


Sono gravissimi i danni determinati dalla prolungata siccità che sta riguardando il nostro Paese, con pesanti ripercussioni sull’agricoltura e sull’intera filiera agroalimentare.

Si tratta di un fenomeno che, stanti i mutamenti climatici, tenderà a ripetersi e che pone alcune questioni fondamentali da affrontare rapidamente:

  1. La programmazione di lungo periodo per piccoli invasi, per accumulare e non disperdere l’acqua piovana, utilizzandola a fini irrigui e/o civili;
  2. L’avvio di un serio piano di contrasto alla dispersione idrica (che in media negli acquedotti italiani è del 35%);
  3. La predisposizione immediata di un piano di controllo sui prezzi, con opportune sanzioni: non c’è dubbio, infatti, che il perdurare della situazione possa determinare un incremento dei prezzi alla produzione e al consumo.

“La crisi idrica che molte regioni italiane stanno affrontando si configura come una vera e propria emergenza, a cui è necessario porre rimedio con interventi rapidi e incisivi. Urge l’attuazione di un piano che preveda strumenti e mezzi non solo per affrontare la situazione di urgenza ma anche per prevenire questo fenomeno” – dichiara Emilio Viafora, Presidente di Federconsumatori Nazionale.  



FEDERCONSUMATORI

Federconsumatori