Auto: diffondiamo la segnalazione di un cittadino circa i rischi dello sblocco involontario delle portiere posteriori.

17/10/2017


Abbiamo ricevuto da parte di un cittadino una segnalazione allarmante, che vorremmo diffondere in modo da mettere in guardia tutti gli automobilisti che trasportano bambini in auto.

Il cittadino ha raccontato che, mentre viaggiava in auto per un breve percorso, si è reso conto che in una curva a sinistra ha sentito lo sportello posteriore destro che si apriva di colpo e, un attimo prima di fermarsi repentinamente, si è reso conto che il bambino non era più a bordo, era letteralmente volato fuori dall’auto.

Fortunatamente il bambino era illeso, ma l’episodio non avrebbe mai dovuto verificarsi, dal momento che era attiva il blocco degli sportelli posteriori.

A posteriori ecco la ricostruzione: l'operaio del lavaggio auto, passando col panno sulla levetta di blocco dello sportello, l'ha spostata in posizione di sblocco senza accorgersene e il bambino si è messo a giocare con la maniglia di apertura esattamente sulla curva.

Una spiacevole fatalità, che però sottolinea come il sistema di sicurezza adottato su molte auto per il blocco degli sportelli posteriori risulti carente.

“Dopo aver evitato miracolosamente un incidente mortale al mio bambino, sto cercando di diffondere l’avvertimento che segue per evitare che altri bambini corrano lo stesso pericolo.” – ci scrive il cittadino che ha vissuto questa esperienza.

Aggiungendo che ha a molte case automobilistiche per proporre una piccola modifica che eviti lo spostamento accidentale, anche se queste dovessero accettare potranno apportare sistemi più sicuri solo sulle nuove vetture.

Perciò ci uniamo all’appello di questo papà, invitando tutti i cittadini che avessero auto che presentino tale sistema ad adottare sistemi che impediscano lo spostamento involontario della levetta (ad esempio, come ha fatto l’automobilista in questione, incastrando un coprivite).
 



FEDERCONSUMATORI

Federconsumatori