Industria: a novembre forte calo della produzione. Preoccupazione e allarme per i dati e per l’assoluta assenza in manovra di misure per lo sviluppo.

11/01/2019


I dati diffusi oggi dall’Istat sulla produzione industriale, in calo del -2,6% a novembre, rivelano una situazione di forte preoccupazione e allarme.

Tale dato conferma ulteriormente come il nostro sistema economico risenta di una grave battuta di arresto che, a nostro avviso, il Governo sta sottovalutando.

Sono totalmente assenti in manovra, infatti, gli investimenti necessari per avviare un serio piano di rilancio dell’economia del nostro Paese. Piano quanto mai urgente, visto l’andamento ancora fragile di consumi e occupazione.

È giunto il momento di lasciarsi alle spalle gli slogan da perenne campagna elettorale per iniziare ad occuparsi concretamente delle strategie fondamentali per lo sviluppo del Paese e la crescita dell’occupazione.

“Per questo chiediamo un intervento mirato a costruire basi stabili per una crescita duratura, attraverso un piano di investimenti di lungo periodo che coinvolgano la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione.” - dichiara Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori. 

I cittadini non si accontentano di promesse e annunci: chiedono risposte e provvedimenti reali, per poter, tornare a progettare il proprio futuro sulla base di opportunità di lavoro reali e di una crescita economica che si basi su misure strutturali.

Allegati



Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori