Caro bimbo: mantenere un bambino nel suo primo anno di vita nel 2014 costerà da 6.766,90 a 14.427,73 euro, il 2-3% in più rispetto al 2013. 

23/04/2014


Si discute molto, in questi giorni, di famiglie numerose e di politiche per la famiglia.

In passato se ne è parlato solo "a suon slogan e buone intenzioni". Ora, alla luce della determinazione e della sensibilità che sembra mostrare il nuovo Governo in tale ambito, ci aspettiamo norme e riforme concrete per aiutare e sostenere le famiglie, specialmente quelle con bambini piccoli o comunque minori.

Politiche ed interventi quanto mai necessari, in particolar modo se si pensa a quanto sia impegnativo crescere un figlio, soprattutto in un momento delicato e difficile come quello che le famiglie stanno attraversando a causa della crisi economica.

Per dare una dimensione, basti pensare che (per una famiglia con reddito disponibile netto di 34.000 Euro annui) crescere un figlio fino alla maggiore età costa mediamente 171.000 Euro. Una delle fasi più impegnative, dal punto di vista economico, sicuramente è il primo anno di vita del bambino. Come ogni anno l'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha aggiornato il monitoraggio sulla spesa per mantenere un bambino nei primi 12 mesi.

Dallo studio emerge che tale costo varia da un minimo di 6.766,90 € ad un massimo di 14.427,73 €, con un aumento medio del 2 - 3% rispetto al 2013.

Ecco di seguito la tabella con i costi in dettaglio ed i consigli per risparmiare:

 

2013 valori in Euro/annui

2014 valori in Euro/annui

Variazione in %

€ 6.585,90

€ 6.766,90

3%

€ 14.110,30

€ 14.427,73

2%

 

ECCO I COSTI DI UN BIMBO NEL PRIMO ANNO DI VITA:

 

2013

2014

Var. %

 

min

max

min

max

min

max

passeggino

 €        167,00

 €         428,00

 €      172,00

 €      435,00

3%

2%

lettino

 €        274,00

 €         713,00

 €      279,00

 €      724,90

2%

2%

fasciatoio

 €          85,00

 €         377,00

 €        79,90

 €      377,00

-6%

0%

biberon (x4)

 €          30,40

 €           51,20

 €        32,60

 €        52,90

7%

3%

vestiti e calzature

 €      1.012,00

 €      2.572,00

 €   1.028,00

 €   2.639,00

2%

3%

seggiolino auto

 €        169,00

 €         231,00

 €      171,00

 €      235,00

1%

2%

seggiolone pappa

 €        138,00

 €         241,00

 €      145,00

 €      249,00

5%

3%

culla

 €        198,00

 €         462,00

 €      208,00

 €      469,00

5%

2%

sterilizzatore

 €          54,00

 €           79,00

 €        56,00

 €        83,00

4%

5%

scaldabiberon

 €          40,00

 €           65,00

 €        42,00

 €        65,00

5%

0%

ciuccio (x4)

 €          34,00

 €           47,60

 €        35,20

 €        48,40

4%

2%

marsupio

 €          46,00

 €           83,00

 €        48,50

 €        89,00

5%

7%

sdraietta

 €          84,00

 €         124,00

 €        89,00

 €      128,53

6%

4%

girello

 €          75,00

 €           97,00

 €        77,80

 €        99,00

4%

2%

pannolini (a)

 €        648,00

 €      1.052,00

 €      672,00

 €   1.095,00

4%

4%

farmaci

 €        419,00

 €         812,00

 €      426,00

 €      835,00

2%

3%

visite mediche (c)

 €        778,00

 €      1.810,00

 €      787,00

 €   1.839,00

1%

2%

bagnetto

 €          31,00

 €           93,50

 €        32,50

 €        95,00

5%

2%

salviette

 €          79,00

 €         166,00

 €        83,00

 €      171,00

5%

3%

box

 €          69,00

 €         144,00

 €        72,90

 €      148,00

6%

3%

crema

 €          44,50

 €         119,00

 €        46,50

 €      125,00

4%

5%

latte e pappe (b)

 €      1.592,00

 €      3.399,00

 €   1.650,00

 €   3.459,00

4%

2%

biscotti

 €        183,00

 €         226,00

 €      188,00

 €      234,00

3%

4%

giocattoli

 €        336,00

 €         718,00

 €      345,00

 €      732,00

3%

2%

TOTALE

 €      6.585,90

 €    14.110,30

 €   6.766,90

 € 14.427,73

3%

2%

 

 

 

 

 

 

 

tris (passeggino+ carrozzina+ovetto)

 €        376,00

 €         674,00

 €      388,00

 €      689,00

3%

2%

 

(a) differenze dipendono da marca pannolino e numero di cambi 
(b) costo varia a seconda numero mesi di allattamento materno, il numero di mesi in cui si utilizza il latte in polvere o il latte fresco. Inoltre nelle pappe si considerano anche omogeneizzati e condimenti;

(c) Il costo delle visite mediche dipende dalla possibilità di avere un buon pediatra pubblico (anche se il fatto che non facciano visite a domicilio costringe i genitori ad averne sempre uno privato a disposizione,con ricevuta per la costosissima visita pediatrica, mai inferiore a 125 euro).

 

Risparmiare è possibile

Le cifre emerse dallo studio sono a dir poco impressionanti, ma è anche vero che, relativamente ad alcuni costi è possibile risparmiare in maniera notevole.

1.     Il metodo più diffuso per abbattere i costi è il prestito tra familiari e amici... ma anche tra sconosciuti!  Sono nati a questo scopo, infatti, diversi gruppi su internet e sui social network, dove scambiare oggetti, accessori, o anche semplici consigli all’insegna del risparmio e del riuso.

2.     In occasione della nascita, inoltre, parenti, amici e conoscenti vengono spesso in aiuto con regali utili. In questi casi è una buona abitudine predisporre una “lista dei desideri”: aiuterà i neogenitori ad eliminare l’eventualità di ricevere doppioni o oggetti indesiderati, agevolerà anche la scelta di chi deve fare il regalo.

3.     Per il corredo (lettini, fasciatori, box, ecc.) non è da sottovalutare, inoltre, il mercato dell’usato.

4.     Molte coppie per risparmiare dal punto di vista dello spazio, oltre che da quello della spesa, decidono di sostituire il passeggino, la carrozzina e l’ovetto per l’auto, con i cosiddetti “tris”, cioè carrozzine che, a seconda di come vengono regolate, si trasformano in passeggino e in ovetto. Questa tipologia di accessori possono costare tra 388 e 689 Euro.

 

 

Costi pre-nascita

Va considerato, inoltre, che ai costi da sostenere nel primo anno di vita del bimbo vanno aggiunti anche quelli sostenuti prima della nascita, per un totale di 2.006,40 Euro (il 2% in più rispetto al 2013).

 

COSTI PRE-NASCITA

2013

2014

Var. %

Tast di gravidanza (x3)

 €           34,50

 €        34,80

1%

Analisi del sangue Beta HCG

 €           22,20

 €        22,60

2%

Visite + Ecografie

 €      1.050,00

 €   1.068,00

2%

Farmaci e integratori

 €         132,00

 €      137,00

4%

Abbigliamento

 €         732,00

 €      744,00

2%

Totale

 €      1.970,70

 €   2.006,40

2%

 

 

Asilo nido e baby sitter

Dopo la maternità, inoltre, dovendo tornare al lavoro, più di tre coppie su dieci sono costrette a chiedere aiuto a nonni e parenti, o a pagare salatamente  un asilo nido privato o per una babysitter a tempo pieno. Ecco di seguito un esempio dei costi per tali voci.

 

ASILO NIDO PRIVATO (costo al mese tempo pieno):

Asilo (costo mensile)

 

 

 

 

 

2013

2014

Var. %

min

max

min

max

min

max

 €                                520,00

 €            736,00

 €             520,00

 €         759,00

0%

3%

 

BABY SITTER 

Baby sitter (costo orario)

 

 

 

 

2013

2014

Var. %

min

max

min

max

min

max

 €                                     8,50

 €                 9,50

 €                 8,50

 €           10,00

0%

5%

 

 

Aiuti e sostegni

 

Esistono alcune forme di sostegno studiate per aiutare le famiglie a sostenere i costi del mantenimento di un figlio. Misure del tutto insufficienti, che si limitano a voucher (per l'asilo o la baby sitter) destinati alle mamme che decidono di tornare al lavoro rinunciando al congedo di maternità facoltativo; o veri e propri prestiti. È questo il caso del Fondo di credito per i nuovi nati: un prestito fino a 5.000 Euro da rimborsare in cinque anni, per il quale, tra l'altro, manca ancora il decreto attuativo che delinei criteri e modi per beneficiarne. Sono previste, inoltre, sporadiche agevolazioni a livello regionale.

Allegati



Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di


Federconsumatori