Trasporti: Trenitalia riconosce l’errore e ripristina la possibilità di viaggiare sulle Frecce anche senza il posto assegnato.

17/12/2018


Forse non avevamo torto quando abbiamo sostenuto che un numero limitato di persone in piedi poteva viaggiare anche sulle Frecce! Fino al 31 ottobre 2014 Trenitalia consentiva il rilascio del biglietto anche quando i posti disponibili erano tutti prenotati (massimo dieci viaggiatori per ogni vettura ma, in seguito al recepimento di una raccomandazione dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), è stata disposta la non ammissibilità di viaggiatori in piedi sulle Frecce. 
Come Federconsumatori abbiamo cercato in tutti modi di convincere Trenitalia che tale soluzione, peraltro evitabile, si sarebbe rivelata dannosa per i viaggiatori nonché per gli stessi interessi della società ma solo ora, a quattro anni di distanza, il management delle FS si è reso conto dell’errore: dal 15 dicembre 2018 è nuovamente consentito l’accesso alle Frecce ad un numero limitato di passeggeri anche in assenza del posto assegnato.
Si tratta di una scelta necessaria sia per gli abbonati che per i molti cittadini che, nei momenti ad intenso traffico, non riuscivano a viaggiare lungo la linea ferroviaria Adriatica (e forse anche altrove) per mancanza di posti.
Adesso quindi siamo tornati alla situazione precedente, ma nel frattempo le Ferrovie hanno impedito a molti cittadini di viaggiare in treno nei periodi ad intenso traffico, provocando inoltre danni notevoli agli abbonati delle Frecce. 

Allegati



Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di


Federconsumatori