Turismo: nuove informazioni sul fallimento della compagnia aerea Wow Air.

16/04/2019


Il tribunale di Reykjavik, in data 28 marzo 2019, ha emesso la sentenza di fallimento nei confronti della compagnia aerea islandese WOW Air.

L’insinuazione al passivo fallimentare deve essere inviata ai curatori Sveinn Andri Sveinsson  e Thorsteinn Einarson entro il 2 agosto 2019  tramite l’apposito modulo (che alleghiamo in fondo alla pagina), in cui è possibile chiedere il rimborso dei biglietti allegando la copia dei titoli di viaggio, o della conferma di prenotazione, la convalida di pagamento e i giustificativi relativi ad eventuali maggiori spese sostenute. Se il volo partiva da un aeroporto situato in uno Stato comunitario, può essere chiesto anche il pagamento della compensazione pecuniaria.

L’insinuazione deve essere inviata, solo tramite posta, all’indirizzo:

 

Reykjavík Lawyers Mr. Sveinn Andri Sveinsson hrl. Grjótagötu 7  101 Reykjavík

 

E’ necessario indicare la data in cui il credito è maturato, che deve essere rigorosamente anteriore al 28 marzo 2019.

 

Se la richiesta di rimborso sia già stata inoltrata tramite email, il curatore provvederà ad inviare le istruzioni necessarie.

 

Per qualsiasi motivo le sedi di Federconsumatori e lo sportello SOS Turista (tel. 059.251108, email: info@sosvacanze.it) sono a disposizione per eventuali chiarimenti.

 

Allegati
ClaimStandardForm.docx




Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di


Federconsumatori