Natale 2019: terza indagine Federconsumatori sui costi di panettone e pandoro. I prezzi dei dolci natalizi aumentano mediamente del +8%.

13/12/2019


È giunta alla sua terza edizione l’indagine realizzata dall’Osservatorio Federconsumatori, che monitora i costi, ma anche le scelte e le preferenze degli italiani in relazione ai dolci che verranno consumati sulle tavole natalizie.

Tra le numerose consuetudini legate a questa data ci sono senza dubbio, infatti, le tradizioni culinarie, che nel nostro Paese sono molte e varie. Sulle tavole degli italiani esistono però alcuni “must” irrinunciabili: il pandoro e il panettone.

Oggi in commercio esistono numerose varianti di questi dolci, ma, dopo anni di sperimentazioni ed esotismi, nelle preferenze degli italiani sembra esser tornata in vetta la voglia di tradizione. Ecco allora che il pandoro classico e il panettone ambrosiano riconquistano le prime posizioni nelle scelte di consumo degli italiani (1 su 4 acquista la versione classica), immediatamente seguite dalle versioni al cioccolato (1 su 6).

New entry tra i prodotti monitorati il tiramisù al panettone, il panettone agli agrumi e il pane allo zenzero.

Stando alle nostre rilevazioni, i costi dei dolci tipici natalizi fanno registrare un aumento medio del +8% rispetto al 2018. In particolare il prezzo medio del pandoro classico, monitorato prendendo in considerazione sia i prodotti delle marche più blasonate che di quelle meno conosciute e private label, risulta pari a 7,65 euro (+7,4%), mentre per il panettone la cifra si attesta a 9,60 euro (+10,3%).

Nell’indagine sono stati inoltre monitorati i costi dei mini panettoni da 100 grammi, dei panettoni realizzati con gusti e ricette differenti rispetto alla ricetta tradizionale, ad esempio con farciture alla crema o al cioccolato, nonché dei panettoni senza glutine e dei panettoni artigianali.

Di seguito la tabella con i costi in dettaglio

 

2017

2018

2019

Var. % 2019/2018

 

 

 

 

 

Panettone

 €                8,56

 €                 8,70

 €               9,60

10,3%

Pandoro

 €                7,00

 €                 7,12

 €               7,65

7,4%

Mini-Panettone

 €                2,15

 €                 2,20

 €               2,30

4,5%

Panettone speciale

 €              10,99

 €               11,29

 €            12,60

11,6%

Panettone gluten free

 €              12,76

 €               12,95

 €            14,70

13,5%

Panettone artigianale

 €              31,00

 €               31,50

 €            31,88

1,2%

Panettone special edition agli agrumi

n.d.

n.d.

 €            38,60

n.d.

Tiramisù al panettone

n.d.

n.d.

 €            16,40

n.d.

Pane allo zenzero

n.d.

n.d.

 €               6,50

n.d.

 

NB - I costi sono relativi a confezioni da 1 kg per tutti i prodotti, tranne il panettone gluten free (500 gr) e il mini-panettone (100 gr).

 

 

Ricordiamo che per poter riportare le diciture “pandoro” o “panettone” il prodotto deve essere conforme a quanto disposto dal Decreto 22 luglio 2005 Ministero delle Attività Produttive e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che stabilisce appunto gli ingredienti da utilizzare e le procedure da seguire nella preparazione.

 

Indicazioni in etichetta

Che sia industriale o artigianale, in qualità di prodotti preconfezionati i pandori e i panettoni devono riportare in etichetta alcune informazioni. La normativa vigente prevede che sulla confezione siano indicate le seguenti informazioni:

  • denominazione di vendita – nome comunemente impiegato per definire il singolo prodotto;
  • elenco ingredienti;
  • quantità;
  • termine minimo di conservazione o data di scadenza;
  • nome o ragione sociale o marchio depositato e la sede del fabbricante o del confezionatore o di un venditore stabilito nella Comunità Europea;
  • sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento;
  • lotto di appartenenza del prodotto;
  • modalità di conservazione e di utilizzo qualora sia necessaria l’adozione di particolari accorgimenti in funzione della natura del prodotto;
  • istruzioni per l’uso – ove necessario;
  • luogo di origine o provenienza;
  • ingrediente o coadiuvanti che possono provocare allergie o intolleranze usato nella fabbricazione o preparazione di prodotti e/o alimenti;
  • dichiarazione nutrizionale.

 

Consigli utili

Non è sempre facile orientarsi tra l’ampia gamma di prodotti proposti, la cui varietà può disorientare il consumatore, distraendolo da elementi importanti. Per questo l’O.N.F. indica alcuni consigli da seguire:

  • Constatare l’integrità della confezione, che non deve presentare buchi o tagli;
  • Controllare la data di scadenza;
  • Prestare attenzione alla denominazione del prodotto (l’eventuale utilizzo della dicitura “dolce natalizio” invece di “pandoro” o “panettone” comporta l’impiego di ingredienti diversi rispetto a quelli della ricetta classica);
  • Verificare, qualora sia possibile, lo stato di lievitazione del panettone (quando la lievitazione è ottimale la curvatura del dolce parte dalla fine del pirottino);
  • Qualora l’acquisto avvenga a distanza (via telefono, via internet ecc), è opportuno controllare che le informazioni obbligatorie in etichetta siano disponibili prima della conclusione della transazione.

Nel caso del panettone la presenza di canditi e uvette in superficie è quasi sempre sinonimo di un impasto interno ricco. Al taglio il dolce deve presentare alveoli (cioè i tipici fori) grandi e irregolari, che indicano una buona lievitazione. Il pandoro deve avere un colore dorato e uniforme e non deve risultare unto all’esterno ma perfettamente asciutto.

 



Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di


Federconsumatori