Treni: l’Antitrust indaga sugli aumenti sotto l’albero. Dopo la nostra denuncia dell’anno scorso, anche nel 2020 i costi aumentano fino al +224% rispetto al biglietto ordinario.

16/12/2020


È di oggi la notizia che l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha trasmesso una richiesta di informazioni alle principali compagnie di trasporto ferroviario (Trenitalia e NTV) in relazione all'offerta dei collegamenti sulle principali tratte servite e al significativo aumento dei prezzi dei biglietti che si registra in alcune giornate del periodo 15 dicembre 2020-15 gennaio 2021.

L'Antitrust specifica in una nota che "entro tre giorni Trenitalia e NTV dovranno comunicare i criteri utilizzati per determinare il numero di collegamenti e i posti disponibili e i criteri con cui vengono determinati i prezzi".

Un intervento più che mai necessario: l’anno scorso, infatti, abbiamo segnalato come nel periodo delle festività natalizie i biglietti di alcune tratte avessero registrato un aumento anche del +144%!

Le tratte maggiormente penalizzate sono quelle verso il Sud.

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti monitorato alcune tratte, raffrontandone i costi sia con quelli rilevati lo scorso anno per i viaggi sotto le festività, sia con i costi applicati al di fuori del periodo festivo. Purtroppo il confronto è risultato più complesso, quest’anno, a causa della riduzione delle corse e della mancanza di disponibilità dei posti su molte tratte, fattori che indubbiamente hanno influito anche sulle politiche di prezzo delle compagnie.

Il raffronto con i costi applicati al di fuori del periodo delle feste di fine anno conferma gli aumenti esponenziali registrati lo scorso anno, per cui l’Antitrust ha appunto deciso di intervenire: gli aumenti si attestano mediamente a quota +97% rispetto al costo “ordinario”, con picchi del +224% per la tratta Roma-Catania (non AV) e +176% per Roma-Reggio Calabria (non AV).

Anche confrontando i costi aumentati di quest’anno con quelli “gonfiati” del periodo delle festività 2019-2020 emergono rincari importanti, si intravedono alcuni ribassi solo nei costi del ritorno. A crescere maggiormente è soprattutto il viaggio di andata, che aumenta mediamente del +24% rispetto alle tariffe rilevate lo scorso anno a dicembre.

Di seguito nel dettaglio i costi dei viaggi nel periodo delle festività natalizie 2020 e 2019. Oltre che l’aumento dei costi, nel 2020, rispetto al prezzo dei biglietti al di fuori delle festività.

 

 

Tratte

dal 13/12/2020 al 04/01/2021

costo andata

tempo andata

costo ritorno

tempo ritorno

tipologia treno

Roma - Bologna

67,95 €

2h23'

59,95 €

2h23'

Alta velocità

Roma - Reggio Calabria

116,50 €

5h40'

99,00 €

5h48'

Alta velocità

Roma - Reggio Calabria

63,20 €

7h42'

42,90 €

7h34'

Intercity

Torino - Bari

173,50 €

8h27'

132,85 €

9h40'

Alta velocità

Roma - Catania

129,75 €

9h07'

86,85 €

9h35'

Alta velocità/Intercity

Roma - Catania

83,25 €

10h06'

44,90 €

9h53'

Intercity

 

 Tratte

dal 23/12/2019 al 07/01/2020

costo andata

tempo andata

costo ritorno

tempo ritorno

tipologia treno

Roma-Bologna

 €            62,00

2h 05'

 €         26,90

2h 05'

Alta velocità

Roma-Reggio Calabria

 €        112,00

6h 10'

 €         86,00

5h 03'

Alta velocità

Roma-Reggio Calabria

 €            78,00

6h 35'

 €        78,00

6h 40'

intercity

Torino - Bari

 €        161,00

9h 02'

 €     161,00

8h 19'

Alta velocità

Roma-Catania

 €            83,40

9h 37'

 Nessuna soluzione trovata. 

Alta velocità/intercity

Roma-Catania

 €            68,90

10h 11'

 Nessuna soluzione trovata. 

intercity

 

Tratte

 

Aumenti nel periodo

delle festività 2020 rispetto al biglietto ordinario

Roma - Bologna

-4%

Roma - Reggio Calabria

60%

Roma - Reggio Calabria

176%

Roma - Catania

78%

Roma - Catania

224%

Torino - Bari

47%

 

 



Federconsumatori

Cookies Policy

Federconsumatori – Associazione Promozione Sociale fa parte di     
Federconsumatori – Associazione Promozione Sociale fa parte di


Federconsumatori