Estate 2020: sempre più italiani rinunciano alle vacanze. In molti cercheranno ristoro nei parchi acquatici, dove trascorrere una giornata costerà il 3,3% in più rispetto al 2018.

17/07/2020


 

Sono sempre meno le famiglie che si concederanno quest’anno una vacanza estiva. Secondo le stime dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori saranno il 16,6% in meno rispetto allo scorso anno gli italiani proti a concedersi un viaggio. Chi lo farà sceglierà prevalentemente località sulla costa (58%), ma aumentano le preferenze per la montagna (26%).

In molti sceglieranno di non partire affatto o di rimandare le partenze a tempi migliori.

Ecco allora che le città, in questa estate particolare, rimarranno più affollate del solito. I lidi limitrofi e i parchi acquatici saranno le mete preferite dei cittadini per trovare un minimo di ristoro dalla calura estiva, così come laghi e parchi.

Alla luce di tale tendenza la Federconsumatori ha monitorato i costi di una giornata presso un parco acquatico, rilevando le differenze con i dati relativi al 2018. Alla luce della contingentazione degli ingressi i biglietti sono aumentati, specialmente quelli ridotti (+11%). Lievi aumenti anche per i generi alimentari distribuiti all’interno dei parchi (+3% per i panini e +2% per i gelati).

Complessivamente una giornata in un parco acquatico per 4 persone, 2 adulti e 2 ragazzi, costa nel 2020 il 3,3% in più rispetto al 2018.

 

Di seguito la tabella con i costi in dettaglio e le indicazioni del Ministero della Salute sulle misure anti-covid da adottare presso queste strutture.

 

COSTO DI UNA GIORNATA AL PARCO ACQUATICO PER UNA FAMIGLIA DI 4 PERSONE

GIORNATA INTERA PARCO ACQUATICO

costo unitario 2018

costo compl. 2018

costo unitario 2020

costo compl. 2020

VAR.%

2 adulti

26,50 €

53,00 €

27,00 €

               54,00 €

2%

2 ragazzi

  19,00 €

38,00 €

  21,00 €

42,00 €

11%

2 caffè

   1,24 €

2,48 €

1,26 €

2,52 €

2%

2 cappuccino e cornetto

2,46 €

4,92 €

2,48 €

   4,96 €

1%

4 acqua 1/2 litro

  2,71 €

10,84 €

2,71 €

  10,84 €

0%

4 panini

  4,26 €

17,04 €

 4,40 €

  17,60 €

3%

4 gelati

3,22 €

12,88 €

  3,29 €

13,16 €

2%

giornali, riviste, fumetti*

2,06 €

8,24 €

2,05 €

8,20 €

0%

creme solari  (1 per adulti e 1 per ragazzi)*

19,95 €

39,90 €

20,10 €

40,20 €

1%

parcheggio auto

5,50 €

5,50 €

5,60 €

5,60 €

2%

TOTALE

 

192,80 €

 

199,08 €

3,3%

* il costo unitario dei prodotti è calcolato effettuando una media

Elaborazione a cura dell'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori

 

 

 

Le regole da rispettare in piscina

Le indicazioni contenute nell'Allegato 17 del DPCM del 17 maggio 2020 si applicano alle piscine pubbliche, alle piscine finalizzate a gioco acquatico e a uso collettivo inserite in strutture adibite ad altre attività ricettive (es. pubblici esercizi, agrituristiche, camping, etc.).

Sono escluse le piscine a usi speciali di cura, di riabilitazione e termale, e quelle alimentate ad acqua di mare. In particolare, le principali regole da rispettare nelle piscine, oltre alle comuni norme igienico-comportamentali, sono:

•             le distanze da tenere:

o            almeno 7 mq come superficie di acqua a persona nelle vasche

o            almeno 1 metro e mezzo per le persone sedute su sdraio e lettini tra persone non appartenenti allo stesso nucleo familiare o conviventi

o            nelle aree solarium e verdi non meno di 7 mq di superficie di calpestio a persona

•             si raccomanda ai genitori o accompagnatori di avere cura di sorvegliare i bambini per il rispetto del distanziamento e delle norme igienico-comportamentali compatibilmente con il loro grado di autonomia e l'età

•             divieto di manifestazioni, eventi, feste e intrattenimenti

•             riporre gli indumenti e gli oggetti personali dentro la borsa personale, anche se all'interno degli armadietti che in ogni caso non è consentito condividere

•             prima di entrare nell'acqua di vasca provvedere ad una accurata doccia con sapone su tutto il corpo

•             è obbligatorio l'uso della cuffia

 

Ai gestori è richiesto di:

•             informare sulle misure di prevenzione

•             organizzare gli spazi e le attività in modo da garantire il distanziamento sociale

•             pianificare le attività il più possibile per evitare condizioni di aggregazione

•             privilegiare l'accesso agli impianti tramite prenotazione

•             mantenere l'elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni

•             assicurare l'efficacia della filiera dei trattamenti dell'acqua e i limiti dei parametri stabiliti

•             garantire regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, cabine, attrezzature (sdraio, sedie, lettini, incluse attrezzature galleggianti, natanti etc.)

•             in particolare, le attrezzature come ad es. lettini, sedie a sdraio, ombrelloni etc. vanno disinfettati ad ogni cambio di persona o nucleo famigliare

•             dotare le strutture di dispenser con soluzioni idroalcoliche per l'igiene delle mani dei frequentatori in punti ben visibili e nelle aree di frequente transito, nell'area solarium o in aree strategiche in modo da favorire da parte dei frequentatori l'igiene delle mani

•             potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso in caso di temperatura > 37,5°C. A disciplinare la fase 2 delle attività sportive sono le linee guida aggiornate e approvate dalla Conferenza delle Regioni, attuate nel dettaglio attraverso protocolli ad hoc per garantire l'allenamento in sicurezza per clienti e istruttori.

 



Federconsumatori

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di     
Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di


Federconsumatori