Venezia: per tre anni stop al cibo da passeggio

10/05/2018


media_news.jpg

Disposto già un anno fa dal sindaco della città di Venezia, lo stop al “cibo da passeggio” e alle nuove aperture di negozi di alimentari che lo producono e vendono, è stato deliberato ufficialmente dalla Giunta comunale: al momento il periodo di validità previsto per il divieto è di tre anni.

Lo scopo del provvedimento, che limita l’apertura di nuove attività di vendita di cibi da asporto ad eccezione delle gelaterie e impone nuove regole per le attività già esistenti (tra cui l’obbligo di tenere pulito il suolo pubblico), è quello di mantenere il decoro della città, evitando l’occupazione di spazi pubblici e l’invasione dei rifiuti.

La normativa vige solo per la sola città storica e per le isole di Murano e Burano.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori