L’Europa mette al bando la plastica monouso

07/06/2018


L’Unione Europea da tempo sta lavorando per ridurre il più possibile l’utilizzo della plastica nei Paesi membri, in modo da ridurre in misura consistente il livello di inquinamento.

La Commissione Europea ha elaborato una direttiva per la riduzione dei rifiuti marini, grazie alla quale si eviterebbe l’emissione di 3,4 milioni di tonnellate di CO2.

I punti chiave della direttiva sono 6:

  • Divieto di commercializzazione di alcuni prodotti di plastica;
  • Riduzione del consumo di plastica (gli Stati membri dovranno ridurre l’uso di contenitori di plastica, mettendo a disposizione prodotti alternativi e impedendo che i prodotti di plastica monouso siano forniti gratuitamente);
  • Obbligo per i produttori di coprire parte dei costi di gestione e bonifica dei rifiuti;
  • Obbligo per i Paesi membri di raccolta entro il 2025 del 90% delle bottiglie di plastica monouso per bevande (ad esempio attraverso l’introduzione di sistemi di cauzione-deposito);
  • Obbligo di etichettatura con indicazioni per lo smaltimento per alcuni prodotti;
  • Sensibilizzazione dei consumatori sulle conseguenze della dispersione nell’ambiente dei prodotti e degli attrezzi da pesca in plastica.

Prima di entrare in vigore, le proposte della Commissione Europea dovranno passare al vaglio del Parlamento e del Consiglio d’Europa.





FEDERCONSUMATORI

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Antonio Delle Monache
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori