Attenzione a portare i farmaci in vacanza in altri Paesi, potrebbero essere illegali

11/06/2018


pillole_colorate.jpg

Il Foreign and Commonwealth Office britannico ha invitato i viaggiatori che si apprestano a partire, a controllare se nel Paese di destinazione sono previste eventuali restrizioni circa farmaci e sostanze in essi contenute.

In molti Paesi, soprattutto nelle località più esotiche, alcuni dei nostri farmaci da banco sono illegali o comunque contengono sostanze illegali: la pseudoefedrina, contenuta negli anti-congestionanti nasali, è vietata in Giappone, mentre in Indonesia la codeina o i trattamenti per i deficit di attenzione sono considerati illegali.

In paesi come il Costa Rica, la Cina e in città come Singapore le medicine si possono portare solo rispettando particolari procedure per la loro introduzione, quali ad esempio l’obbligo di prescrizione medica in cui vengono riportate le medicine necessarie e le relative dosi, oppure il limite sulla quantità da portare durante il soggiorno (si possono portare farmaci solo per il periodo di permanenza).      





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori