Passeggeri del volo Ryanair Salonicco-Bologna rimasti in aeroporto senza informazioni né assistenza: indicazioni per i viaggiatori coinvolti

08/01/2019


aereo_in_volo.jpg

Nei giorni scorsi i passeggeri del volo Ryanair proveniente da Salonicco che, nella serata di venerdì 4 gennaio, avrebbe dovuto raggiungere l’aeroporto Marconi di Bologna hanno vissuto una vera e propria odissea. A causa della nevicata che si è verificata sull’isola greca non è stato possibile far decollare il velivolo e i passeggeri sono rimasti in attesa, abbandonati per ore e ore alla propria sorte: stando alle testimonianze la compagnia non ha spiegato i motivi del ritardo e non ha precisato quanto tempo ci fosse da attendere prima della partenza. Inoltre le scarsissime informazioni che sono state comunicate sulla possibilità di pernottamento in una struttura alberghiera dei dintorni sono state così confuse e frammentarie da non essere recepite da molti passeggeri e la maggior parte dei viaggiatori ha trascorso la notte in aeroporto. E’ vero che i rimborsi economici non sono dovuti se il ritardo è imputabile a cause di forza maggiore ma è anche opportuno ricordare che la legge impone obblighi specifici a carico della compagnia in queste circostanze, sia in termini di assistenza (garantire la somministrazione di cibo e bevande, offrire il pernottamento in albergo con relativo trasporto dall'aeroporto alla struttura ed assicurare due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o posta elettronica a titolo gratuito) che dal punto di vista informativo.

Il diritto all’assistenza scatta con tempistiche differenti in base alla tratta da percorrere: dopo due ore di ritardo alla partenza per tratte inferiori o pari a 1500 km, dopo tre ore per le tratte intracomunitarie superiori a 1500 km e per le altre tratte aeree comprese fra 1500 km e 3500 km e dopo quattro ore per tutte le altre tratte.

I viaggiatori coinvolti possono rivolgersi ad uno degli sportelli Federconsumatori dislocati su tutto il territorio nazionale (contatti e riferimenti sono consultabili alla pagina SEDI del sito www.federconsumatori.it) oppure mettersi in contatto con lo Sportello SOS Turista chiamando il numero 059.251108 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30) o scrivendo all’indirizzo mail info@sosvacanze.it.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori