Pasqua: come scegliere la colomba migliore?

18/04/2019


uova da uovo.jpg

Come Natale, Capodanno e altre festività, anche la Pasqua viene celebrata da molte famiglie trascorrendo del tempo con le persone care. In questo quadro le tradizioni culinarie rivestono un ruolo fondamentale e sulle tavole italiane spopolano prodotti tipici, spesso diversi da una regione all’altra. Il panorama enogastronomico del nostro Paese è sicuramente ricco e variegato, tuttavia alcuni dolci pasquali vanno per la maggiore in tutta Italia, da nord a sud: due su tutti, l’uovo di cioccolato e la colomba.

Nella scelta delle uova contano soprattutto la tipologia e/o la qualità del cioccolato e anche la sorpresa, in particolare per i più piccoli, mentre per la colomba la questione è più complessa, poiché intervengono molti altri fattori. Come si fa quindi a scegliere?

In questi anni le aziende del settore dolciario hanno cercato di ideare ricette diverse e creative, combinando ingredienti e sapori per ampliare il più possibile il mercato. Le preferenze dei consumatori, tuttavia, sembrano sempre essere orientate alla ricetta tradizionale, al massimo scegliendo il prodotto in base alla presenza o meno dei candidi.

Per la scelta di una buona colomba, sia essa tradizionale o “innovativa”, è bene seguire alcune indicazioni e consigli per evitare di incappare in brutte sorprese:

  • non farsi ingannare dalla grandezza della scatola, ma controllare sempre il peso effettivo del prodotto;
  • leggere con attenzione l’etichetta, controllando la presenza degli ingredienti previsti dal decreto ministeriale del 22 luglio 2005 (la dicitura “colomba pasquale” può essere utilizzata solo per i prodotti che rispettino determinati requisiti);
  • verificare la provenienza di eventuali altri ingredienti utilizzati, come olii, aromi e conservanti;

Altri dettagli possono inoltre essere controllati al momento dell’apertura del dolce:

  • il profumo deve risultare gradevole e non pungente;
  • la crosta non deve essere slegata dalla pasta interna;
  • la consistenza deve presentarsi soffice e non gommosa;
  • i fori presenti nella pasta, la cosiddetta alveolatura, non devono essere troppo grandi;
  • la glassa deve risultare omogenea su l’intero dolce e senza bruciature;
  • nel sapore non si devono riscontrare note anomale;
  • i canditi devono essere morbidi e lasciare un retrogusto piacevole e persistente.




FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori