In vigore nuovi massimali per le tariffe internazionali di telefonate e sms nei Paesi UE

17/05/2019


Il nuovo Codice europeo delle Telecomunicazioni, in vigore a partire da mercoledì 15 aprile, stabilisce i massimali applicabili dagli operatori di telefonia su rete fissa e mobile per chiamate e sms internazionali nei 28 Paesi UE più Islanda, Norvegia e Liechtenstein. Gli operatori non possono imporre tariffe superiori a 19 centesimi al minuto per le telefonate effettuate dall’Italia verso un altro Paese europeo, mentre per quanto riguarda i messaggi di testo il costo massimo è fissato a 6 centesimi.

Così come è accaduto per l’abolizione dei costi del servizio roaming, l’Unione ha quindi introdotto una novità positiva per i consumatori europei, mettendo fine ad una situazione in cui i gestori potevano scegliere liberamente i prezzi da applicare: il costo di una telefonata verso un altro Paese europeo poteva superare anche di dieci volte il costo standard della chiamata nazionale.

Gli operatori sono tenuti ad informare i clienti sulle tariffe massime applicabili ed è bene che da questo momento in poi gli utenti verifichino scrupolosamente la corretta attuazione della nuova normativa.

Per informazioni e assistenza in merito e per segnalare eventuali problematiche o anomalie i cittadini possono rivolgersi ad una delle sedi Federconsumatori presenti su tutto il territorio nazionale.

 





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori