Airbnb: maggiori tutele per gli utenti e più trasparenza sui prezzi

19/07/2019


La Commissione Europea e le Autorità dell’Unione Europea di tutela dei Consumatori avevano sollecitato Airbnb, il portale online di ricerca di camere in affitto presso abitazioni private, a modificare i termini e le condizioni contrattuali secondo le norme UE in materia di tutela dei consumatori e ad incrementare il livello di trasparenza sui prezzi.

A distanza di un anno sul sito sono state apportate modifiche che assicurano maggiori tutele per i consumatori e che migliorano le informazioni sui costi:

  • nelle ricerche di alloggio con date selezionate, gli utenti visualizzano nella pagina dei risultati il prezzo totale, comprensivo di tutti gli oneri e supplementi obbligatori applicabili (come i servizi, le spese di pulizia e le tasse locali), quindi non appaiono più supplementi obbligatori a sorpresa nelle pagine successive;
  • è stata introdotta una distinzione tra le offerte di alloggio proposte dai privati e quelle inserite dai professionisti;
  • è stato inserito un link specifico sulla piattaforma per la risoluzione delle controversie online e per tutte le informazioni necessarie per la risoluzione delle controversie stesse;
  • gli utenti hanno la possibilità di agire in giudizio contro Airbnb dinanzi al giudice del proprio Paese di residenza;
  • i clienti hanno diritto ad agire giudizialmente contro la persona che fornisce ospitalità in caso di danni personali o di altra natura;
  • Airbnb si impegna a non modificare unilateralmente le condizioni generali senza informarne chiaramente e preventivamente l’utente e senza dare la possibilità di recedere dal contratto.




FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori