Come conservare i farmaci in estate

09/08/2019


blister paste rosse.jpg

Con le alte temperature che caratterizzano il periodo estivo bisogna prestare maggiore attenzione alla conservazione dei farmaci, le cui caratteristiche potrebbero essere modificate dal caldo.

Sul foglio illustrativo dei farmaci vengono riportate modalità e temperature di conservazione da rispettare per evitare alterazioni del principio attivo e dell’effetto terapeutico. Quando sul bugiardino viene riportata la dicitura “temperatura ambiente” generalmente vengono considerati 25 gradi, quindi in estate tale parametro potrebbe facilmente non essere rispettato.

I medicinali più suscettibili al calore sono quelli in crema, pomata, gel, spray e i preparati liquidi (sciroppi, colliri etc), mentre sono generalmente più stabili le preparazioni solide come compresse, capsule, pillole, granulati.

È possibile capire se i farmaci siano stati alterati dal calore già esaminandone l’aspetto: in caso di alterazioni di forma, colore e odore è bene non consumare il prodotto, se si tratta di farmaci salvavita.

D’estate è opportuno tenere i farmaci in luoghi freschi o all’ombra e, nel caso in cui venga specificato che il medicinale debba essere conservato in frigo (con temperature intorno a 8/10 gradi), utilizzare in sostituzione borse termiche.     





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori