In Gran Bretagna la sugar tax ha effetti positivi

24/01/2020


Da uno studio effettuato dalla rinomata università di Oxford è emerso che dall’inserimento della sugar tax il consumo di zucchero nelle bevande è diminuito.

La tassa, introdotta in Gran Bretagna nel 2018, prevede un prelievo di 28 centesimi per litro sulle bevande contenenti più di 8 g di zucchero per 100 ml e di 21 per litro sulle bevande contenenti tra 5 g e 8 g per 100 ml.

Il contributo obbligatorio ha portato molte aziende a ridurre la quantità di zucchero nelle proprie bevande per non dover sostenere costi elevati. In termini percentuali, dal 2015, lo zucchero contenuto nelle bevande analcoliche è diminuito del 30%, pari a una riduzione giornaliera di 4,6 g per persona.

In Italia, la sugar tax, predisposta dalla Legge di Bilancio 2020, che partirà dal 1 ottobre 2020, ha definito che il versamento ammonterà a 10 centesimi per litro.   





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori