Cosa fare se non arrivano le bollette di energia elettrica?

07/02/2020


lampadina.jpg

Tra le più diffuse problematiche in caso di contenzioso con le società di energia elettrica vi è la ritardata o mancata fatturazione da parte delle società.

La non regolare emissione delle fatture da parte del gestore potrebbe diventare per l’utente un vero e proprio problema, in quanto sarà costretto a dover sostenere il costo di più fatture in un’unica soluzione.  Sebbene in questi casi venga concessa una congrua rateizzazione della somma (definita in base al totale delle fatture insolute), si verifica, tuttavia, per l’utente un disagio, dovendo sostenere i costi della rateizzazione contestualmente all’emissione della regolare fatturazione.

Quindi, qualora il consumatore si rendesse conto che la fatturazione relativa all’energia elettrica sia in ritardo o sia del tutto assente, deve inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede legale del suo fornitore oppure tramite PEC sull’indirizzo PEC ufficiale dell’azienda, riportando quando accaduto, chiedendo la regolarizzazione dell’ emissione delle bollette, richiedendo la massima rateizzazione dell’importo insoluto e l’accredito dell’indennizzo previsto in caso di ritardi oltre 90 giorni solari.  





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori