Federconsumatori richiede un intervento delle Autorità sulle speculazioni applicate i tutta Italia sui prezzi dei farmaci da banco e dei prodotti alimentari.

19/03/2020


euro carta.jpg

La Federconsumatori ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di utenti che nelle farmacie e nei punti vendita stanno rilevando aumenti dei prezzi dei prodotti, come per esempio latte infanzia, farmaci da banco, e prodotti alimentari, del tutto ingiustificati e ingiustificabili.

Si tratta dell’ennesima, intollerabile, speculazione che scaturisce dall’emergenza coronavirus, dopo quelle già segnalate relative a gel disinfettanti per le mani, alcool e mascherine.
Federconsumatori richiede al Mise, alle Forze dell’Ordine, all’Antitrust e, per quanto riguarda i farmaci, al Ministero della Salute e all’AIFA, un intervento immediato per contrastare e stroncare questi veri e propri atti di sciacallaggio ai danni dei cittadini, i quali sono chiamati responsabilmente ad attenersi alle disposizioni del D.P.C.M. dell’11 Marzo e non hanno quindi la possibilità di recarsi presso negozi e farmacie che applicano prezzi convenienti, ma sono costretti ad affidarsi al punto vendita più vicino alla propria abitazione.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori