Pro e contro dei materiali per gli utensili da cucina

17/04/2020


cucina utensili.jpg

Per cucinare in sicurezza, sia a livello professionale che dilettantistico, è bene utilizzare utensili specifici, realizzati con materiali precisi che permettono di mantenere sempre un livello di igiene adeguato. Per ogni utensile, dal tagliere, alle formine, fino agli altri attrezzi che utilizziamo in cucina, il materiale e l’impiego per cui vengono usati è fondamentale.

- legno: sin dall’antichità il legno è uno dei materiali più usati per la realizzazione di utensili da cucina, poiché tra le sue caratteristiche principali ha quello di non deformarsi alle alte temperature, non trasmettere calore e quindi è più sicuro contro le ustioni, ha una buona durata nel tempo e, inoltre, gli utensili in legno non graffiano o incidono il fondo delle pentole specie quelle antiaderenti. Di contro risulta un po' complesso da pulire, perché non può andare in lavastoviglie oltre ad assorbire odori e altre sostanze. È consigliabile, ove possibile, avere un set di utensili dedicato alla carne e un secondo per frutta e ortaggi.

- plastica: gli utensili realizzati in plastica sono largamente diffusi in ogni tipo di cucina, sia casalinga che professionale, sia perché sono facilmente reperibili in commercio e sia perché sono agevoli da lavare. A differenza del legno, la plastica tende facilmente a incidersi e a deteriorarsi.

- acciaio: una valida alternativa alla plastica e al legno può essere l’acciaio, che si lava facilmente (anche in lavastoviglie), non si deforma nel tempo ed è resistente. Contrariamente agli altri materiali è un conduttore di calore e questo potrebbe portare i cuochi più distratti ad ustionarsi. Un altro difetto degli strumenti in acciaio è legato ai danni che possono provocare alle superfici del pentolame, soprattutto se si usano tegami antiaderenti.

- silicone: questo materiale è sempre più presente fra i materiali utilizzati in cucina e questo per vari motivi. Oltre ad essere facile da pulire (può essere messo anche in lavastoviglie), è economico, resistente al calore e agli sbalzi di temperatura, leggero, flessibile e pratico. Anche questo materiale ha però degli svantaggi, primo tra tutti il dubbio relativo alla sicurezza (il settore specifico di questi materiali non è ancora pienamente normato), in alcuni casi deve essere lavato o trattato prima dell’utilizzo, non può entrare in contatto con fronti di calore dirette ed è facilmente danneggiabile da coltelli, forchette o spugnette metalliche. È bene acquistare sempre prodotti di qualità, poiché in commercio sono presenti anche prodotti di bassa qualità che possono rilasciare sostanze pericolose e dannose per la salute umana. Pertanto è consigliabile cercare l’etichetta e il marchio UE.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori