Eni paga la multa emessa dall’Antitrust e blocca la campagna pubblicitaria Eni Diesel+

28/04/2020


pompa benzina.jpg

L’antitrust aveva irrogato una sanzione di 5 milioni di euro all’Eni, responsabile di aver diffuso messaggi pubblicitari ingannevoli nella campagna promozionale sul carburante Eni Diesel+.

L'ingannevolezza di tali messaggi derivava dalla confusione fra il prodotto pubblicizzato (EniDiesel+) e la sua componente biodiesel HVO (chiamata da Eni "Green Diesel"), con slogan che promuovevano un basso impatto ambientale, con una riduzione delle emissioni gassose e dei consumi. In realtà il prodotto, essendo un gasolio per autotrazione, che per sua natura è altamente inquinante, non può essere considerato "green" come pubblicizzato dall’azienda.

Eni ha quindi provveduto al pagamento della multa e all’interruzione della diffusione dei messaggi pubblicitari ingannevoli relativi al carburante Eni Diesel+, impegnandosi a non utilizzare più, con riferimento a carburanti per autotrazione, la parola "green".





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori