Il Garante della Privacy sanziona Vodafone per telemarketing aggressivo.

17/11/2020


donna coda telefono.jpg

Il Garante della Privacy ha sanzionato la compagnia telefonica Vodafone per oltre 12 milioni e 250mila euro dopo aver accertato condotte illecite nel trattamento dei dati personali degli di utenti a fini di telemarketing. Sono state in particolare rilevate condotte non corrette in merito all’acquisizione del consenso al trattamento dei dati, all’utilizzo di numerazioni fittizie (o comunque non censite nel Registro degli operatori di comunicazione) e alla gestione delle numerazioni da contattare acquisite da fornitori terzi.

Il provvedimento odierno del Garante, che si aggiunge alle sanzioni già irrogate in precedenza nei confronti di molti altri operatori, fa emergere le carenze che ancora gravano sugli strumenti a cui il cittadino può ricorrere per tutelarsi dal telemarketing selvaggio. A ciò si aggiungono le segnalazioni che giungono quotidianamente alle sedi Federconsumatori proprio sulle pratiche commerciali aggressive messe in atto dalle aziende di telefonia, a dimostrazione di un settore in cui i gestori spesso adottano politiche commerciali quantomeno discutibili.

Torna quindi in primo piano la questione dell’entrata in vigore della nuova normativa sull’estensione del Registro delle Opposizioni, nonché della reale efficacia degli strumenti a cui l’utente può ricorrere per difendersi, poiché ad  oggi i cittadini restano ancora troppo spesso in balìa delle aziende.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori