L’Aifa interviene sul Vaccino AstraZeneca e i casi di trombosi

03/06/2021


vaccino medico blu.jpg

L’Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, è intervenuta relativamente alla seconda dose del vaccino anti Covid19 AstraZeneca, per i casi in cui siano stati riscontrati, in seguito alla somministrazione della prima dose, sintomi di trombosi.

Infatti, qualora i cittadini, dopo al somministrazione del vaccino in questione, accusassero determinati sintomi, entro 3 settimane dalla vaccinazione, l’Aifa ha annunciato che la seconda dose del vaccino AstraZeneca non va somministrata.

I sintomi di tromboembolia e/o trombocitopenia che devono essere tenuti sotto controllo sono, respiro affannoso, dolore toracico, gonfiore alle gambe, dolore alle gambe, dolore addominale persistente dopo la vaccinazione, oltre a cefalea severa o persistente, visione annebbiata, confusione o convulsioni dopo la vaccinazione oppure ecchimosi in una sede diversa da quella della vaccinazione dopo alcuni giorni.

Nel caso in cui il cittadino riscontrasse uno o più sintomi collegabili alla trombosi, deve immediatamente rivolgersi al medico di fiducia.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori