L’Enac apre un’indagine sull’applicazione del sovrapprezzo per la scelta del posto da parte delle compagnie aeree low cost

09/07/2021


aereo interno(1).jpg

Nei giorni scorsi l’Enac ha aperto un’indagine sulla condotta di numerose compagnie aeree low cost in seguito a numerose segnalazioni pervenute dagli utenti che hanno informato l’Ente delle prassi adottate da alcuni vettori per l’assegnazione dei posti a bordo: le segnalazioni riguardano in particolare l’impossibilità per i genitori di occupare i posti contigui a quelli assegnati ai propri figli minori e/o per gli accompagnatori di disabili di sedersi vicino al passeggero di cui si prendono cura se non previo pagamento di un salato sovrapprezzo, a volte risultato superiore al prezzo del biglietto.
L’Enac ha annunciato che qualora le verifiche avviate confermino quanto denunciato dagli utenti, verranno adottati provvedimenti ad hoc per tutelare i diritti dei passeggeri. Molte compagnie hanno da tempo reso a pagamento la scelta del posto a sedere all’interno dell’aeromobile, tuttavia tali costi hanno assunto un peso sempre più rilevante nel costo complessivo del viaggio e sono peraltro non facilmente individuabili all’inizio della prenotazione.
 





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori