Allarme dell’Iss: un gioco con liquidi su 5 non è a norma

23/07/2021


giocattoli(2).jpg

Bolle di sapone, animaletti di gomma ripieni di gel, palline anti-stress e pitture a dita sono solo alcuni dei giocattoli sui quali l'Istituto Superiore di Sanità ha condotto uno studio dal quale è emerso che su 256 giocattoli contenenti liquidi o gel commercializzati in Italia ed esaminati nel quinquennio 2016-2020, circa il 19% è risultato non conforme ai criteri stabiliti per la sicurezza igienico-sanitaria in base alle linee guida europee in vigore. In 48 di questi giocattoli sono stati rinvenuti batteri mesofili aerobi (16,4%), muffe e lieviti (3,9%), Pseudomonas aeruginosa (3,5%).

Il pericolo è che il liquido contenuto nei giocattoli sia microbiologicamente contaminato e che, qualora ingerito, inalato o entrato in contatto con la pelle o con le mucose, possa essere causa dell'insorgenza di infezioni e malattie.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori