Primo report della Commissione UE sull’applicazione della direttiva contro le pratiche commerciali sleali nel settore agroalimentare

05/11/2021


frutta e verdura(1).jpg

La Commissione Europea ha stilato il primo rapporto sull’applicazione della direttiva contro le pratiche commerciali sleali nel settore agroalimentare varata nel 2019, da cui emerge che l’Italia è uno degli undici Stati nei confronti dei quali l’UE ha aperto una procedura di infrazione per il mancato rispetto dei termini di recepimento, scaduti a maggio 2021. Il nostro Paese, tuttavia, ha approvato proprio nelle scorse settimane il decreto per integrare nella legislazione nazionale la direttiva stessa, quindi la procedura dovrebbe concludersi a breve. Il testo approvato disciplina le relazioni commerciali e il contrasto alle pratiche commerciali sleali nelle relazioni tra acquirenti e fornitori di prodotti agricoli ed alimentari.

Il report ha riscontrato inoltre che quasi tutti gli Stati membri che hanno già recepito e applicato la direttiva hanno introdotto disposizioni ancora più rigorose di quelle stabilite dall’Ue, affidando la specifica competenza per l’applicazione della normativa stessa e stabilendo sanzioni per chi utilizza pratiche sleali.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori