Nota informativa del Ministero della Salute sul divieto di impiego della polvere di bambù per produrre oggetti in plastica destinati al contatto con gli alimenti

09/12/2021


bambu.jpg

Con la sigla MOCA si identificano materiali ed oggetti destinati al contatto con gli alimenti, sempre realizzati con resine a base di melammina e formaldeide. Alla luce del largo impiego di tali oggetti e soprattutto delle numerose notifiche registrate dal sistema di allerta europeo RASSF, il Ministero della Salute ha ritenuto opportuno pubblicare una specifica nota informativa in cui ribadire e precisare il divieto di impiego dei MOCA a cui venga aggiunta “polvere” di bambù. Nel documento si legge che, come indicato nella normativa europea vigente, “la polvere di bambù e sostanze simili, compreso il mais, non sono autorizzate dal Regolamento UE n. 10/2011 per l’uso come additivi nella produzione di Moca in plastica”.

La nota precisa che le sostanze in questione non sono state sottoposte ad una valutazione del rischio da parte dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare e non sono pertanto ritenute idonee al contatto con i cibi.

 





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori