Buoni fruttiferi postali serie Q: in attesa della pronuncia del Tribunale di Roma sull’ammissibilità dell’azione di classe promossa da Federconsumatori

05/01/2022


logo feder(10).jpg

Con riferimento all’azione di classe promossa da Federconsumatori – APS contro Poste Italiane, pendente dinanzi al Tribunale di Roma, avente ad oggetto i buoni postali fruttiferi Serie Q per i quali non è stato riconosciuto ai possessori dei suddetti buoni quanto loro spettante, siamo in attesa di conoscere la decisione del Tribunale in merito alla chiamata in causa di Cassa Depositi e Prestiti nonché del Ministero dell’Economia e delle Finanze, così come richiesto da Poste Italiane.

I buoni oggetto dell’azione sono quelli della serie Q emessi tra il 1° luglio 1986 e il 31 ottobre 1995, per i quali alcuni Tribunali di merito (tra cui il Tribunale di Bergamo con la sentenza n.1390/2020), hanno già ritenuto che la capitalizzazione degli interessi che maturano sui buoni fruttiferi postali serie Q deve avvenire al lordo della ritenuta fiscale.

Invitiamo tutti i cittadini che ancora non lo avessero fatto ad effettuare la pre-adesione alla class action visitando il sito www.serieq.it.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori