Buoni fruttiferi postali: il Tribunale di Roma dichiara l’inammissibilità della class action sui buoni serie Q promossa da Federconsumatori

14/01/2022


logo feder(11).jpg

Il Giudice del Tribunale Civile di Roma ha emesso una ordinanza che, inaspettatamente, ha dichiarato l’inammissibilità della class action presentata dalla Federconsumatori a tutela dei risparmiatori in possesso dei buoni fruttiferi postali della serie Q nei confronti di Poste Italiane.

Sui buoni fruttiferi della serie Q emessi tra il 1 luglio 1986 e il 31 ottobre 1995, già alcuni Tribunali di merito, come ad esempio il Tribunale di Bergamo con la sentenza n.1390/2020, si erano pronunciati affermando che la capitalizzazione degli interessi che maturano sui buoni fruttiferi postali deve avvenire al lordo della ritenuta fiscale; il Tribunale di Roma, ritenendo inammissibile l'azione di classe intrapresa per carenza dei presupposti della stessa, non ha consentito l'accertamento nel merito  della fondatezza delle ragioni dei risparmiatori.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori