Per ridurre il consumo di bottiglie di plastica la Legge di Bilancio 2021 ha introdotto il bonus acqua potabile

15/10/2021


rubinetto con acqua(1).jpg

Il cosiddetto “bonus acqua potabile” è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2021 per incentivare l’acquisto e l'installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare all’acqua potabile erogata dagli acquedotti. Il fine ultimo dell’agevolazione è quello di razionalizzare l’uso dell’acqua, incoraggiando l’impiego di sistemi che ne migliorino la qualità per ridurre il consumo di bottiglie di plastica.

Il bonus, richiedibile sia dai privati cittadini che dagli esercenti e dagli enti non commerciali per spese sostenute e/o da sostenere tra il 1 gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022, si calcola su un importo massimo di 1.000 euro per ogni immobile per le persone fisiche e di 5.000 euro per ciascun immobile utilizzato per attività commerciale.

Le spese devono essere documentate con fattura elettronica o documento commerciale in cui sia presente il codice fiscale del richiedente, per poi comunicare l’ammontare complessivo all’Agenzia delle Entrate nel periodo compreso tra il 1 e il 28 febbraio dell’anno successivo. Nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate è presente un servizio ad hoc per trasmettere la comunicazione, che in alternativa può essere inviata anche attraverso i canali telematici dell'Agenzia stessa.





FEDERCONSUMATORI

Cookies Policy

Mappa  

Federconsumatori News percepisce esclusivamente i contributi pubblici all'editoria ai sensi del Decreto Legislativo del 15 maggio 2017, n. 70

a cura della Redazione della Federconsumatori
Direttore Responsabile Sabrina Soffientini
Responsabile di Redazione Tiziana Danese

Proprietà Federconsumatori Reg. Tribunale di Roma n. 10/2008 del 21/01/2008

Federconsumatori – Federazione Nazionale Consumatori e Utenti fa parte di CNCU, ECU, Consumers' Forum
Federconsumatori