In Comunicati, Salute

Dopo un anno dalla scomparsa del Vercite dalle farmacie del nostro paese una prima, ma purtroppo tardiva, risposta alle richieste dei malati in difficoltà è giunta dall'AIFA: in Francia è registrato e disponibile  il medicinale Vercyte 25 mg 30 compresse della ditta Delbert.

Da un anno i pazienti sono stati costretti a intraprendere il percorso di prova per una differente terapia: scelta che ha comportato disagi personali e un aggravio dei costi per il Servizio Sanitario Nazionale, necessari per i più frequento controlli sia in termini di efficacia che di tollerabilità del farmaco sostituito.

Oggi AIFA comunica che il farmaco è disponibile in Francia, nonostante questo già risultasse un anno fa. È possibile, da oggi, che i malati  richiedano al medico  ematologo la compilazione del modulo per la richiesta di autorizzazione a importare dall’estero il farmaco carente.

Una vicenda che rimane circondata da elementi poco chiari: perché l'AIFA ha impiegato un anno a dare una risposta tanto ovvia? Perché non è stata data prima la possibilità ai pazienti di ricorrere all'importazione di tale medicinale salvavita senza essere costretti a cambiare terapia (con i relativi rischi)?

Da oltre un anno denunciamo la scomparsa di tale farmaco e le relative difficoltà per i pazienti (l'intera cronistoria è reperibile sul nostro sito a questo link: http://www.federconsumatori.it/ShowDoc.asp?nid=20151013142803&t=docu), ora attendiamo dall'AIFA delle risposte sul perché di tali misteriosi ritardi.

Post suggeriti