Il progetto “A casa facciamo i conti” di Federconsumatori nasce con l’obiettivo di rispondere ai crescenti bisogni di informazione da parte dei cittadini negli aspetti più delicati della vita quotidiana, in particolare in ambito economico, sanitario, previdenziale e assicurativo, in cui entrano in gioco fattori riguardanti la salute, il denaro, la privacy e la sicurezza.

Il progressivo peggioramento del sistema di welfare italiano e i cambiamenti che hanno investito il mondo del lavoro nonché la sfera previdenziale e pensionistica di ampie fasce della popolazione hanno spinto un numero sempre maggiore di cittadini a guardare, seppure malvolentieri, a forme di previdenza e assicurazione integrativa, per coprire spese, servizi e prestazioni. A ciò si aggiungono crescenti criticità nel settore bancario e del risparmio, visto che gli aumenti dei tassi di interesse si hanno provocato l’impennata dei costi dei mutui, con impatti deflagranti sui bilanci familiari. Nonostante in Italia il ricorso a prestiti e mutui costituisca una prassi piuttosto comune – le famiglie indebitate corrispondono al 25% del totale – non è altrettanto diffusa la conoscenza degli strumenti che il consumatore ha a disposizione per modificare, a breve o a lungo termine, il proprio rapporto contrattuale con l’istituto di credito e il pagamento di quanto dovuto.

In questo contesto l’educazione finanziaria, così come quella previdenziale, assicurativa e sanitaria, sono elementi chiave per il benessere delle persone ed è proprio alla luce di tali premesse che il progetto A casa facciamo i conti punta a raggiungere varie fasce di popolazione, svolgendo attività specificamente studiate per i diversi target di destinatari:

  • Educazione finanziaria nelle scuole elementari: grazie al nostro progetto, i bambini hanno la possibilità di familiarizzare con temi complessi fin dalla prima infanzia, in modo tale da costruire un background che li renda consapevoli, informati e in grado di partecipare attivamente alla vita economica del Paese. Abbiamo realizzato un racconto illustrato “animato” sul tema dell’educazione a un consumo consapevole, con un focus su alcuni aspetti dei comportamenti del consumatore legati all’educazione finanziaria.
  • Educazione e sensibilizzazione per i giovani adulti: ci rivolgiamo ai giovani attraverso i social, con un percorso di sensibilizzazione costituito da post tematici che puntano a far comprendere con facilità e immediatezza, secondo le modalità di comunicazione più utilizzate dai nativi digitali, i fondamenti dell’educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale.
  • Educazione e sensibilizzazione per la popolazione immigrata: i cittadini immigrati possono, purtroppo, essere esposti a maggiori rischi di natura finanziaria, assicurativa e previdenziale e avere maggiori difficoltà a reperire informazioni attendibili al riguardo. Per questo il nostro progetto, in un’ottica di inclusione finanziaria come premessa utile e necessaria alla complessiva inclusione economica e sociale, si rivolge alla popolazione immigrata con un opuscolo informativo digitale disponibile in quattro lingue (inglese, francese, spagnolo e arabo).

Il progetto A casa facciamo i conti non si rivolge solo alle fasce di popolazione indicate ma anzi punta a raggiungere il numero più ampio possibile di utenti e dispiega quindi un’attività di informazione a 360 gradi, prevedendo anche la realizzazione di incontri tematici con i cittadini su tutto il territorio nazionale nonché la pubblicazione di una webserie animata in cui affrontare in ogni puntata uno dei temi centrali del progetto.

Finanziato dal MIMIT. D.M. 6/5/2022 art. 5

Educazione finanziaria nelle scuole elementari